Nella dietetica da anni, sono in corso indagini intensive su quali fattori dietetici contribuiscono in modo maggiore all’ aumento del peso eccessivo

natural 3 Naturalmente ,  e’ ingenuo colui  che crede che ci sia solo un fattore principale , e il resto non importa – così purtroppo non e’ , ma tra la moltitudine di differenti fattori ci sono quelli che possono essere di particolare importanza . E qui veniamo alle caratteristiche di isomeri di acidi grassi trans di origine industriale , che – nota – ” ingrassano ” più di ogni altri ingredienti alimentari , anche in assenza di differenze di valore di energia!

I grassi che consumano ogni giorno si differiscono nella costruzione, possono anche modificare le proprietà fisiche e l’ attività biologica . In breve , possiamo dire che alcuni lipidi sono di più e altri di meno desiderabili componenti della dieta . Naturalmente , nel caso di molti acidi grassi , questo aspetto dovrebbe essere considerato in un  contesto definito , tuttavia ,ci sono dei grassi che sono una minaccia per noi in ogni caso e – probabilmente – in ogni dose ( ovviamente – più si consuma – peggio per noi ) . Si tratta naturalmente del izomerachtrans .

I lipidi presenti negli alimenti , sono  comunemente una forma di trigliceridi cioe’ esteri di glicerolo e tre residui di acidi grassi .E questi acidi grassi hanno una struttura diversa . E così si differenziano tra di loro in funzionalità quali :

la presenza di doppi legami – quelli che li hanno uno si chiamano polinsaturi , e quelli che non li hanno – saturi ,la lunghezza della catena di carbonio – conosciamo acidi breve, media e lunga la catena , quest’ultimi sono presenti nella nostra dieta in quantitativi maggiori ,configurazione spaziale – e qui arriviamo al nocciolo della questione : infatti distinguere gli acidi con la configurazione ” cis ” e acidi con configurazione” olio di pesce ” .Le prime dominano nel cibo consumato da noi , e il secondo – quasi non si verificano in natura – di solito sorgono durante la lavorazione industriale di oli vegetali .natural

Molte persone  passano alla ” sana” dieta , i carboidrati nei loro pasti derivano principalmente dal riso ,dalla farina d’avena e dal riso dolce . Anche  tale schema può diventare noioso alle persone piu’ persistenti e motivate.

Davvero una buona fonte di carboidrati deve essere troncata così ?

La risposta è ovviamente NO . Una dieta sana è una dieta ben bilanciata e varia.Mangiare ogni giorno la farina d’avena con balsamo e il riso con pollo , ad una variegata pesantemente si puo’ aggiungere . Non vi è alcuna necessità di limitare così radicalmente le fonti di carboidrati nella dieta . Tale sistema di alimentazione può rivelarsi non solo carente , ma anche monotono e difficile da mantenere .

Un’aggiunta interessante può essere anche i cereali miglio . Il prodotto è leggermente più elaborato rispetto al miglio . Tuttavia , essa rappresenta una grande alternativa alla farina d’avena. Fiocchi di miglio sono prodotti senza glutine .

Il grano saraceno è non solo nutriente , ma anche indigesto.Espande notevolmente il suo volume  durante la cottura .Degno di nota è il fatto che il grano saraceno non è un grano . Il saraceno e’ così prodotta dal grano saraceno.Allo stesso gruppo appartiene anche l’acetosa e il rabarbaro. Di più sul grano saraceno si può leggere in questo articolo :

Degno di nota e’ la farina di grano saraceno, che e’ l’ideale per gli omelette, dolci e frittelle e pasta di grano saraceno . Se sei un appassionato di pasta , devi necessariamente provarlo nella tua dieta .

Una fonte sottovalutata di carboidrati sono le patate . Molte persone che vanno in una dieta, assolutamente eliminano esse . Inutilmente . Fanno ingrassare le  salse e il metodo errato della preparazione di patate ( oli) ma non le patate stesse.L’inclusione di loro nella dieta  può essere utile , perché le patate hanno un alto senso di sazietà . Ciò significa che siamo piu’ sazi rispetto  al riso, avente lo stesso valore calorico . Le patate forniscono più potassio rispetto  alle banane e ai pomodori .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *